EBU sperimenterà le trasmissioni in HDR a 100fps ai Campionati Europei 2018

04 Agosto 2018 21

L'European Broadcasting Union (EBU) effettuerà trasmissioni sperimentali durante i Campionati Europei 2018. Per l'occasione verranno utilizzate tutte le migliori tecnologie attualmente disponibili. Si parla di video con risoluzione Ultra HD, High Frame Rate (HFR), HDR e Next Generation Audio (NGA). Il segnale veicolato sarà quindi 2160p con 100 fotogrammi al secondo e HDR nel formato HLG (Hybrid Log-Gamma, studiato per le trasmissioni televisive e retro-compatibile).

La sperimentazione sarà condotta da EBU in collaborazione con BBC, France Télévisions, IRT, RAI, ZDF e vari partner tecnologici come ATEME, Dolby, Ericsson, EVS, Fraunhofer, KaiMedia eccetera. Dal segnale 2160p/100fps saranno poi derivati due flussi: uno in 1080p/100fps e uno in 1080p/50fps. Tutti i segnali sfrutteranno un encoding in HEVC. Le trasmissioni saranno veicolate in diretta tramite la rete satellitare Eurovision al banco di prova della Rai in Valle d'Aosta. L'infrastruttura Eurovision Fibre porterà invece il segnale all'European Championships Broadcast Operations Centre (BOC) della BBC a Glasgow.

La sperimentazione del Next Generation Audio sarà effettuata tramite il segnale a 1080p/100fps. Quest'ultimo includerà 4 + 7 + 0 canali "scene-based" con quattro tracce mono interattive "object-based" per due commenti e due descrizioni audio. É possibile che vengano realizzate alcune clip pubbliche per scopi divulgativi o scientifici.

Lo smartphone Android più completo sul mercato e con il miglior display in commerico? Samsung Galaxy Note 8 è in offerta oggi su a 533 euro oppure da Amazon a 649 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
UP82

si hai ragione, in effetti intendevo dire che con i nuovi televisori che supportano i 120Hz nativi si avranno grandi benefici soprattutto nello sport

Ricky

Finalmente, non acquisteró il mio prossimo tv senza il supporto all’hfr

Vincenzo

Ma i TV lo sono da parecchio, sul 4k da questa generazione

Hazard

Intendo i display

Emiliano Dalla
Ottoore

Anche perché i metadati su una trasmissione live non hanno senso.

Ottoore

60 fps?! Le trasmissioni televisive sono a 30fps visto che i canali sono interlacciati.

Hazard

Finalmente si sono svegliati, 60fps sono datati.
Speriamo che i produttori adottino i 120hz su qualsiasi display (notebook, smartphone, ecc).
Altro che 4K.

uncletoma

Se non erro dovrebbero essere i Glasgow/Berlino 2018, multispecialità (nuoto, canoa, canottaggio, ciclismo, atletica leggera e... boh, mi sembra basta)

Danilo Sindoni

Eventuali scie arrivano dal televisore, non dalla ripresa.

Nicola Buriani

HLG è proprio una cosa diversa, non usa nemmeno i metadati.

Francesco Gazzotti

HLG < HDR 10 < DOLBY VISION

Nicola Buriani

La sperimentazione non andrà in onda.

Aster

rai o forse nessuno

Progressive

"Campionati Europei 2018...." Di cosa?

Lukinho

Beh, 4K, HDR e HFR sono la manna per lo Sport...renderebbero il tutto molto più coinvolgente.
Spero che nel giro di 2 anni tutto questo sia all'ordine del giorno, per quanto riguarda gli sport principali, come la Serie A, Champions League e altri grandissimi eventi...
Anche se il tutto significherebbe una maggiore banda da utilizzare...quindi, la TV via fibra è sempre più la soluzione ideale.

Vito Campana

Su che canale in Italia?

UP82

finalmente potremmo gustarci un pò di sport senza scie

Ilcory

Era ora altro che 4k, questa è la vera rivoluzione per le trasmissioni in particolar modo quelle sportive...

momentarybliss

Sta storia dell'HLG sta facendo incavolare non poco i possessori di TV Samsung UHD HDR FINO AL 2016 indietro

Recensione TV OLED Sony KD-55AF8, alta qualità audio-video e Dolby Vision

Recensione QLED TV Samsung QE65Q9FN, nero profondo e ideale per i videogiochi

Recensione TV Hisense 55U7A, Smart TV HDR con buon rapporto qualità/prezzo

Recensione Logitech G560, speaker 2.1 con LED RGB