Philips OLED 903 è il primo TV realizzato in collaborazione con Bowers & Wilkins

17 Agosto 2018 21

Il TV OLED Philips 903 sarà il primo modello realizzato in collaborazione con Bowers & Wilkins. L'accordo, annunciato lo scorso giugno, è stato siglato per migliorare le prestazioni audio dei televisori. La serie 903, che avevamo anticipato a marzo, è stata premiata da EISA come Best Home Theater TV 2018-2019. I modelli disponibili saranno due: 55" e 65". I pannelli Ultra HD sono aggiornati al 2018 e sono rivestiti con un trattamento antiriflesso capace di migliorare la riproduzione del nero anche in ambienti fortemente illuminati.

Philips parla di un picco di luminosità pari a 1.000 nits (sicuramente su una porzione di schermo inferiore al 10%). Si tratterebbe di un incremento pari al 10% rispetto agli OLED Philips della gamma 2017. Gran parte delle specifiche è in comune con la serie OLED 803. Troviamo quindi il supporto a HDR10, HLG, HDR10+ e allo standard HbbTV. La copertura dello spazio colore DCI-P3 è pari al 99%. La piattaforma "smart" è costituita da Android TV Nougat ed è gestita da un processore quad-core abbinato a 16 GB di memoria interna. Philips ha annunciato l'arrivo di Oreo, ma senza indicare una data precisa per il rilascio.


La sezione audio sviluppata insieme a Bowers & Wilkins è contenuta all'interno di una soundbar a 2.1 canali ricoperta con tessuto Kvadrat. All'interno sono ospitati due tweeter, due midrange e due radiatori passivi. Gli OLED 903 possono riprodurre tracce in Dolby Digital, Dolby Digital Plus, AC4 e DTS-HD. A corredo vengono forniti due telecomandi. La seconda unità, già vista sulla serie OLED 973, è molto particolare. Si tratta di un telecomando che si sviluppa in altezza e che include in dimensioni molto compatte un microfono e un piccolo touch pad.

Il telecomando Smart

Ovviamente non poteva mancare Ambilight, la tecnologia proprietaria Philips qui presente nella versione su tre lati. Tutte le elaborazioni video sono affidate alla seconda generazione del processore P5 Picture Perfect. Questa versione migliorata aggiunge la tecnologia Perfect Natural Reality, un algoritmo sviluppato per migliorare le immagini standard SDR e simulare l'effetto garantito dai contenuti in HDR. A completare la dotazione è la compatibilità con gli assistenti vocali Google Assistant e Amazon Alexa.

Gli OLED 903 saranno disponibili a partire da ottobre.

Tra i più desiderati del 2018, superato solo da Mate 20 Pro? Huawei P20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 449 euro oppure da Amazon a 505 euro.

21

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
matteventu

Mi dispiace, ti sbagli.

ar973

Concordo sul fatto che avrebbero potuto proporre la sostituzione col nuovo modello... ma mi chiedo anche se altre aziende lo fanno. Io, restando in ambito Philips, l'anno scorso ho avuto un problema con un paio di cuffie e me le hanno sostituite con il nuovo modello (perché quelle che avevo io non erano più in produzione). Diciamo che bisognerebbe dare ad ogni azienda il beneficio del dubbio... certo che se poi sono recidivi e ogni volta che c'è un problema non te lo risolvono o te lo risolvono a metà... allora ci si mette una pietra sopra e si passa alla concorrenza.

Gielle

Si, lo so, il 9600 è stata l"evoluzione del precedente 9600 che aveva più di qualche problema tecnico irrisolto, e all"epoca pur di immettere sul mercato un prodotto innovativo anche dal punto di vista della costruzione, è molto hi tech infatti, non hanno badato a risolvere tanti problemi che loro sapevano esserci. Purtroppo è andata proprio cosi, per me è stata una fregatura totale, pazienza....chi ha invece acquistato, solo dopo qualche mese, il lettore siglato 9600 si è trovato praticamente con il 9500 completamente...revisionato!!! Ecco perché ho detto mai più PHILIPS, se fossero stati una società seria, avrebbero dovuto richiamare tutti i modelli difettosi e ripararli o riprogrammarli gratis.

Giuseppe Fallacara

Ho acquistato a maggio il 43PUS7303/12. Dopo 15gg sul display sono comparse una riga blu verticale ed una nera orizzontale. Dopo altri 15gg nel centro di assistenza più vicino (ne era stato richiesto il rientro in azienda ma non avevano uno scatolo per spedirlo, anche se avevano rifiutato il mio imballo originale al momento della consegna) senza notizie, decido di recarmi nuovamente nel centro assistenza consegnare lo scatolo così finalmente da far partire la spedizione. Il tv passa quindi in gestione direttamente a Teknema che in altri 10gg mi sostituisce il pannello. P coatto però che questo nuovo presenta una banda verticale al centro dello schermo con una diversa illuminazione (dovrebbe trattarsi di verticale banding) che dà fastidio, poco, ma se te ne accorgi, la noti sempre. Probabilmente a settembre richiederò di nuovo il ritiro del tv , per una nuova sostituzione. Sperando risolvano il problema.
Devo dire però che è davvero un ottimo tv che a poco più di 500€ (pagato 599€ ad inizio maggio) offre davvero una qualità ottima, 4K hdr e ambilight

ar973

Io ho un plasma Philips (l'ultimo plasma con Ambilight che fecero prima di passare a solo LCD) e funziona benissimo ancora oggi dopo più di 10 anni, l'unico problema è che data l'epoca in cui uscì non è compatibile con le trasmissioni in HD e quindi entro il 2020 dovrò cambiarlo...

ar973

Mi spiace per la tua disavventura, io nel settembre 2012 ho acquistato il modello successivo (BDP9600) e lo uso tutt'ora con soddisfazione (ottimi sia l'audio che il video). Anche il mio è un po' lento nell'accensione e nel caricamento dei dischi ma per il resto tutto ok. Probabilmente il 9500 era un prodotto uscito male...

azze

che vengano assemblate in europa non mi cambia una cippa se la componentistica e' tutta cinese, e' e resta un prodotto cinese. PUNTO. i TV quelli buoni hanno componenti che vengono 8 volte su 10 dal giappone, e di cinese hanno solo alcuni componenti secondari.

Gielle

Ho comprato un prodotto PHILIPS solo una volta e la delusione è stata massima. Parlo del lettore BDP 9500/12. Prometteva sfracelli, bellissimo come design, luce blu all'accensione sotto il vano del piatto, frontale a specchio, uscite video HDMI, e component, uscite audio stereo bilanciate ottica e coax lo pagai €480,00 e a nel 2012 non era poco. Lentissimo nel caricare i dischi bd, dopo un po' l'uscita HDMI non funziona più, porto il BR in assistenza a Roma, dopo un paio di settimane me lo ridanno e oltre alla porta hdmi hanno sostituito anche una scheda elettronica. Lo accendo incominciano i problemi con alcuni dischi, non li riconosce, oppure durante la visione si bloccano, bisogna fare l'aggiornamento, lo faccio i problemi aumentano non legge più quasi tutti i brd. Dopo un mese circa PHILIPS mette sul mercato lo stesso modello di lettore ma con la funzione 3D, u
incomincio a pensare che ho comprato una sola, più bello da vedere da spento che in funzione. L'assistenza mi dice che il problema non è di facile soluzione e che forse è proprio il mio lettore che ha problemi funzionali e che purtroppo la sostituzione non è prevista loro mi possono aiutare solo nelle eventuali sostituzioni di parti rotte. Insomma alla fine l'ho utilizzato più come lettore CD. Mai più prodotti PHILIPS.

matteventu

Lol scommetto che tu sei uno di quelli che dicono "le Volvo sono cinesi, le Jaguar indiane e le Fiat olandesi!!1!1!1!1".

Di "cinese" le TV Philips hanno solo la holding proprietaria.
TP-Vision è europea, come sono europee le persone che ci lavorano dentro, e che sono esattamente le stesse che ci lavoravano prima.

delpinsky

Pensa he nel 2010 quando cambiai TV, era indeciso tra Ambilight Philips e plasma Panasonic. Alla fino ho optato per il plasma, però in testa ho sempre avuto l'Ambilight. Magari un bel giorno mi deciderò a provare uno di quei DIY Ambilight con le strisce led che vendono online...

chupito71

Grazie per il feedback. Questo mi fa piacere perché più avanti vorrei cambiare TV e vorrei riprendere Philips per l’ambilight. Questa volta vorrei però provarlo dal vivo anche se è difficile trovarli nella grande distribuzione.

Cri Cri

Posso dirti che ho un 55 P9000 una bomba di tv

ReDsHaRk

Io ti dico che a casa ho 2 TV Philips,la prima modello 42PFL5604H/12 del 2009 che non ha fatto una piega funziona ancora perfettamente e che tengo fino a quando non crepa. La seconda è stata comprata una settimana fa per i miei figli, non perché mi piacesse, ma perché a Mediaworld a149 euro era l'unico 24 FUll HD. Il pannello se settato in modalità vivid è molto bello, ma l'audio è pessimo.Mio padre ne comprò una nel 2014 è fu una delusione, uscita difettosa e sostituita con Sharp che ha tutt'ora, mentre invece negli anni 90 ne ebbe un'altra che gli duro quasi 15 anni. La sfiga può capitare a chiunque, anche ricevere 2 prodotti difettosi. Ma ad oggi la qualità Philips non mi piace,sicuramemte quando sarà il momento comprerò un Sony.Questi però sono gusti personali.

piero

Ti racconto una storia.
Nel 1998 comprai un PC con masterizzatore 2X philips cdd2600 SCSI con tanto di controller adpatec (lo ricordo ancora), costato la bellezza di 800.000 solo il masterizzatore.
Dopo 2 mesi di utilizzo non intenso si ruppe, e dovetti mandarlo in assistenza, spedendolo in olanda a mie spese. Dopo 3 mesi di nulla un bel giorno mi arrivò un pacco con un masterizzatore dello stesso modello, non era lo stesso perchè il mio lo avevo segnato per riconoscerlo, che cominciai ad usare.

Ebbene dopo pochi mesi si ruppe anche quello ed a questo punto decisi di lanciralo letteralmente dal 4 piano del mio palazzo. Dopo pochi mesi comprati un waitec 6x costato 570.000 lire che durò una "vita".

Quindi posso dirti che è da prima che Philips non fa cose che durano. :D

ReDsHaRk

Un tempo le TV Philips erano le migliori, costruite bene duravano 20 anni. Da quando sono usciti i primi modelli a LCD /LED la qualità è andata via via calando sempre di più,plastiche che scricchiolano software pessimo,ed a volte problemi con la riproduzione degli mkv. Ad oggi secondo me, sono nettamente dietro Sony, Sharp, LG.

No Maria, io esco!

In passato ho criticato aspramente l’ambilight, ma adesso ammetto di riconsiderarlo.

luca

Boh io ho una Philips dell'anno scorso e per ora problem con Netflix non ne ho avuti... Si é impallata un paio di volte.. Ma cose che possono capitare...l'interfaccia mi pare un pochino piú lenta ma Sinceramente credo sia un po anche colpa del pessimo telecomando.. É orribile il telecomando.. Avrei peeferito qualcosa di simile a questa nuova bacchetta o qualcosa del genere mibox

Gianluca Scuzzarello

Croce e delizia. Android TV su Philips è davvero pessimo. A me si blocca Netflix ogni tanto, ma nonostante questo non posso più fare a meno dell'ambilight

chupito71

Concordo, l’ambilight rappresenta una marcia in più anche se ho qualche dubbio se continuare con Philips nel momento in cui dovrò cambiare. Il mio attuale 55PUS7600 era il top nel 2015 ed aveva il bollino “Best product” dell’Eisa. Peccato però che il software sia un vero disastro. Anche oggi nonostante diversi aggiornamenti vedere la TV è un terno al lotto. Spesso devo scollegarlo dalla corrente perché si blocca. Il software è lento e pieno di bug. A volte da quando lo accendo ci vuole più di un quarto d’ora prima di riuscire a vedere qualcosa.
Mi auguro che questi nuovi modelli abbiano un software decisamente migliorato.

ciro mito

Prossimo tv torno al Philips , l'ambilight è necessario

Tk Desimon

Philips lo fa, B&W ci mette il prezzo.
Ovvio.

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Recensione TV Ultra HD Sony KD-65ZF9 Dolby Vision: Android TV finalmente vola

LG UltraWide e UltraGear: nuovi monitor per produttività e gaming | Video Anteprima

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento