Yamaha CX-A5200 e MX-A5200, pre e finale 11.2 per home cinema

29 Agosto 2018 15

Yamaha si appresta a lanciare il pre-processore CX-A5200 e il finale MX-A5200, successori dei modelli CX-A5100 e MX-A5000. Esteticamente i due prodotti non presentano differenze rispetto agli omologhi che vanno a sostituire. Non è del resto un fatto inaspettato, poiché anche gli amplificatori Yamaha, compresa la serie Aventage, sono sostanzialmente identici da diversi anni. CX-A5200 è in grado di gestire tracce audio in tutti i principali formati, dal Dolby TrueHD al DTS-HD Master Audio passando per Dolby Atmos e DTS:X.

Yamaha CX-A5200

Sono supportati fino a 11.2 canali con la possibilità di utilizzare connettori bilanciati su XLR o sbilanciati su RCA. Le funzioni comprendono il supporto a MusicCast, l'ecosistema multi-room di Yamaha. É supportato anche il MusicCast Surround, che permette di abbinare i nuovi speaker MusicCast 20 o MusicCast 50 in qualità di canali posteriori senza fili. Il pre integra anche Surround AI, un DSP che analizza la scena e ottimizza l'effetto surround tramite un'intelligenza artificiale.

Yamaha CX-A5200: retro

La connettività comprende una porta Ethernet, Wi-Fi e Bluetooth (SBC e AAC). Il sistema di calibrazione automatica YPAO R.S.C. (Yamaha Parametric Room Acoustic Optimizer Reflected Sound Control) è provvisto del Precision EQ calculation a 64-bit. CX-A5200 offre 7 ingressi e 3 uscite HDMI 2.0b con HDCP 2.2. Tramite aggiornamento firmware arriverà anche il supporto a eARC, (Enhanced Audio Return Channel), la versione migliorata del canale di ritorno audio che adesso gestisce anche i formati lossless. Per HDR è garantita la compatibilità con tre formati: HDR10, Dolby Vision e HLG.

Yamaha MX-A5200

I segnali video in ingresso possono essere elaborati dallo processore integrato, capace di operare un upscaling alla risoluzione Ultra HD su tutte le sorgenti collegate. La conversione digitale-analogico è affidata a un doppio DAC ESS Sabre ES9026PRO, capace di supportare frequenze di campionamento fino a 384kHz/32-bit. A seguire le tipologie di file gestite dal DAC:

  • MP3 / WMA / MPEG-4 AAC: fino 48kHz/16-bit
  • ALAC: fino a 96 kHz/24-bit
  • FLAC: fino a 384 kHz/24-bit
  • WAV / AIFF: fino a 384 kHz/32-bit
  • DSD: fino a 11,2MHz.
Yamaha MX-A5200: retro

Yamaha assicura inoltre la possibilità di gestire tutte le funzioni tramite l'assistente vocale Alexa, al momento non ancora disponibile in Italia. Completano la dotazione la radio DAB+, il DSP Cinema HD3 e il trasformatore toroidale progettato appositamente per il nuovo pre-processore.

MX-A5200 è l'ideale completamento del CX-A5200. Al suo interno sono ospitati condensatori da 27.000 µF. Il finale supporta la configurazione "ponticellata" Bridge Tied Load (BTL) per i 2 canali frontali. In questo modo si rinuncia a due degli undici canali disponibili per incrementare la potenza. L'erogazione è pari a 290 W per canale su 4 ohm (0.9% THD), 230 W su 6 ohm (0.9% THD) oppure 190 W su 8 ohm (0.9% THD). CX-A5200 arriverà a settembre al prezzo di 2.699 Euro mente MX-A5200 sarà disponibile da gennaio 2019 al prezzo di 2.999 Euro.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 723 euro.

15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Egidio CONTE

Un audiofilo un apparecchio di questo tipo non l'acquisterebbe nemmeno, questo è più da appassionato di film.

Egidio CONTE

Se è un film 4k è probabile, che abbia audio HD (dolby o dts), in quel caso non sentiresti niente, perché quella barra non gestisce audio hd.

Kozmo

E nel caso riproducessi un film in 4k cosa succede? Funziona?

Egidio CONTE

La soundbar che vuoi prendere è a 2 canali (con riproduzione di segnali dolby e dts), onestamente non so dirti se visto supporta solo 2 canali, i canali posteriori e il canale centrale vengano veicolati e riprodotti dai due canali disponibili, la logica mi dice di sì.

Egidio CONTE

Non so dirti se la sezione pre del cx5200 sia superiore a quella del 3080, ma qualsiasi integrato di buona qualità, ha una sezione pre, migliore del 3080 e del 5200 messi insieme, visto che vuoi farti delle signore casse, presumo che oltre ai film, vuoi fare anche ascolti in stereo, se non hai già un finale stereo, lascia stare l'acquisto di un finale e prendi un buon integrato stereo.

Kozmo

Ciao scusa se magari ti disturbo, ma vorrei chiedere il tuo aiuto visto che te ne intendi. Se per esempio comprassi una soundbar (vorrei acquistare la Samsung hw-k450) e riproducessi un film con audio Dolby 5.1 o DTS 5.1, essendo la soundbar solo a 2 canali, verrebbe riprodotto un audio "compresso" oppure la traccia audio a 5 canali (DTS o Dolby che sia) è compatibile anche con i dispositivi a 2 canali? Spero mi sia spiegato bene xD. Ti ringrazio in anticipo.

Loris Piasit Sambinelli

si ma qui ci si fa le seghe data la bontà dell'audio emesso!
qui non siamo a livello di seghe mentali tipiche dell'audiofilo ma forse del punto massimo che si possa avere come rapporto qualità prezzo. Si parla di 5700€ è vero non son pochi ma nemmeno cosi tanto visto che comunque due bestioline del genere si possono tenere anche per 15/20 anni senza problemi

Luca Bonora

Non saprei.. sto tirando avanti con uno Y dspA5 del 2001 .. :D ... Vorrei prendere uno Y 1/2080 od un Marantz 7012, e successivamente prendere un finale dal prezzo umano (rotel, nad, etc) per i front.

ma il dubbio è proprio la sezione pre e relativa qualità, prendere un integrato 2ch buono e sezione av più economica...

Marco.27

Luca Bonora Egidio CONTE voi sapete se il CX5200 e' a livello del 3080 a livello di pre?
La soluzione prospettata da Luca si puo' fare con il 3080+ un finale a 2 canali, ma non so se Yamaha offra qualcosa all'altezza.
In futuro mi piacerebbe passare a Sonus Faber Sonetto e Yamaha mi ha sempre attirato con i suoi sintoampli.

Luca Bonora

oppure, è anche una buona idea aggiungere ad un sinto-ampli av, un finale a due canali per sgravare il sistema dall'amplificazione dei due canali front, i più esosi di energia

Jinna

scarica l'ultimo film, copiando il blog, quindi aprilo nella tua nuova scheda

'The Lone Ranger' gratis ==> CINEMAIFLIX.BLOGSPOT.IT

Egidio CONTE

Questo CX-A5200 non ha la sezione amplificatore all'interno è solo un pre, non è un sintoamplificatore, ecco perché serve un finale esterno.
Comunque abbinare un finale esterno ad sintoamplificatore ha senso, se uno vuole combinare un impianto hometheather ad un impianto stereo, per farlo è necessario avere un integrato stereo, con la sezione pre escludibile, con l'ascolto stereo si usa l'integrato stereo con le sorgenti stereo, mentre in configurazione hometheater si disattiva la sezione pre dell'integrato e l'integrato viene usato come finale stereo del sintoamplificatore.

Cr0oky

Qualcuno mi spiega a che serve abbinare il finale al sintoamplificatore?

Daniil Filinyuk

a far fare le seghe agli audiofili

dicolamiasisi

a che serve?

Canon PowerShot G7 X Mark III: come va la compattina per gli YouTuber | Recensione

Canon EOS RP: la mirrorless full frame si fa leggera (anche nel prezzo) | Recensione

Recensione TV LG OLED55B8PLA: il campione del rapporto qualità/prezzo

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli