Onkyo TX-SR393 e TX-SR494: amplificatori home cinema Dolby Atmos

09 Febbraio 2019 26

Onkyo ha annunciato i sinto-amplificatore home cinema TX-SR393 e TX-SR494, due modelli che si posizionano sulla fascia bassa. La sezione di amplificazione dispone di 5.2 canali per SR393 e 7.2 canali per SR494. L'erogazione è pari a 135W per canale (6 Ω, 1 kHz, 1% THD, 1 canale pilotato) su entrambi i prodotti. Onkyo dichiara una distorsione armonica totale pari allo 0,08% (20 Hz–20 kHz, mezza potenza), un rapporto segnale/rumore di 109 dB e la possibilità di gestire diffusori con un'impedenza compresa tra 4 e 16 ohm.

Onkyo TX-SR494 - retro

Gli amplificatori possono gestire tutti i formati audio più diffusi, dal Dolby TrueHD al DTS-HD Master Audio passando per Dolby Atmos e DTS:X (quindi l'audio "object-based"). Questi ultimi sono supportati con un massimo di 3.2.2 canali su SR393 e 5.2.2 canali per SR494. Il convertitore digitale-analogico (DAC) è un AKM capace di supportare frequenze di campionamento fino a 384 kHz/32-bit. Tramite HDMI si possono riprodurre SACD con qualità fino a 2,8 MHz (2 canali).

Onkyo TX-SR393

Onkyo ha inserito varie funzionalità che ricreano effetti surround virtuali. Il Dolby Atmos Hight Virtualizer amplia il suono in verticale, simulando la presenza di diffusori acustici sul soffitto. DTS Virtual:X crea un campo sonoro 3D partendo da una configurazione priva di diffusori posteriori o situati sul soffitto.

Le funzioni multimediali sono piuttosto basilari. Sono presenti la connettività Bluetooth, la funzione Advanced Music Optimizer (migliora la qualità della musica compressa) e una porta USB posteriore per alimentare dispositivi come il Chromecast. Le porte HDMI permettono di far passare i segnali video a risoluzione Ultra HD con HDR nei formati HDR10, Dolby Vision e HLG. Sono inoltre supportati HDCP 2.2 e gli spazi colore ampliati (BT.2020). Entrambi i prodotti consentono anche di gestire direttamente l'upscaling da Full HD a Ultra HD.

Onkyo TX-SR393 - retro

Completa la dotazione il sistema di calibrazione acustica ambientale AccuEQ con equalizzatore per il subwoofer e AccuReflex (ottimizza la resa con le tracce "object-based"). Le connessioni disponibili includono quattro ingressi e un'uscita HDMI 2.0b con HDCP 2.2 e ARC, tre ingressi stereo analogici su RCA, un ingresso digitale ottico e un coassiale, l'uscita stereo per gestire una Zona B, una porta USB, i connettori per i subwoofer e per i diffusori acustici.

La disponibilità (con finiture in nero o argento) è prevista da fine febbraio/inizio marzo. I prezzi indicativi sono fissati a 399 Euro per TX-SR393 e 499 Euro per TX-SR494.

Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Media World a 329 euro.

26

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Zippo

Interessante. Spero che il modello 5.2.2 esca anche in kit con i diffusori (quelli con le casse frontali che sparano i 2 canali Atmos High contro il soffitto).
Qualcuno sa se qell'escamotage per evitare i due diffusori da soffitto funziona?

Sax

Che casse abbinereste al TX-SR393?

Motoschifo

Nel mio caso si tratta di un Marantz, si è rotto dopo 15 anni circa anche se l'ho usato poco. Non è tanto la rottura ma il fatto che la riparazione richiedeva una spesa superiore all'acquisto di un nuovo prodotto...

Rotta la scheda DSP che però era fondamentale per l'utilizzo solo per gli effetti audio (come pensavo inizialmente io).

Devo ancora cambiarlo, non sono ancora convinto di rimanere su quella marca anche se il suono mi piaceva molto.

Loris Piasit Sambinelli

quindi per ascoltare la musica devo accendere la tv ? ma anche no! io con il mio modesto amplificatore yamaha che ha la connessione di rete quando voglio ascoltare della musica , dico ad alexa " ascolta spotify" e mi si accende automaticamente il sintoampli e mette la playlist da me scelta. Tutto questo perchè ha un semplice ingresso di rete. Come dici tu , prendo il telefono o accendo la tv, seleziono quello che voglio e poi accendo l'amplificatore e play. 2019 ricordo. Se si compra un oggetto multimediale è impensabile non avere una connessione di rete

NataNxy

Quello si...
Il mio è da buttare a causa del fot*utis*imo DSP....
Certo a loro difesa posso dire che hanno esteso la garanzia per 10 anni e a mia sfiga invece il tx-nr509 ha deciso di rompersi 6 mesi dopo il termine...

NataNxy

Ma anche no....
Ha il BT ed è più comodo in caso di multiaccount...

Poi tra tv smart, box, lettore blueray, chromecast, ecc... vuoi che manchi spotify?

Loris Piasit Sambinelli

ma anche si nel 2019. Cosa vuoi che costi ai produttori? nulla.
Tra l'altro da un ampli di livello basso l'utente medio la maggior parte della musica che ascolta è derivante dallo streaming, quindi radio internet e spotify.
Assolutamente scaffale

filoippo97

?? Un dac e un amplificatore per cuffie servono sempre e comunque.
A meno che non siano cuffie da 100 euro, ma allora non penso che le avrebbe definite hifi.

Massimo Olivieri

Per audio 2.0 si e molto, con upmix ottieni un 5.1.2 con effetto concerto molto coinvolgente.
Per cinema molto meno serve che la traccia sia già ATMOS , anche se in molti film 5.1AC3 o DD+ Dolby Surround Upmixing e il DTS neutral X creano un bel effeto 5.1.2.

Massimo Olivieri

gestire i file audio dal amplificatore è infinitamente molto più comodo per non parare dei SACD in DSF che ti servono lettori particolari.

Massimo Olivieri

ma leggere un mp3 dal ampi è molto comodo e anche per spotify poteva andare come per le radio web.

Akira Koga

Ah ok grazie, pensavo servisse il contrario.

filoippo97

Dipende, dipende perché in home theatre le cose cambiano in fretta tra codifiche e risoluzioni e qualche annetto fa in questa fascia era facile trovare per esempio sinto che non supportavano il 4K. D'altra parte atmos è di gran lunga meno supportato del 5.1 qui in Italia.

filoippo97

L'ingresso serve sulla tv.

filoippo97

Si vede subito che erano entry level dal fatto che oltre alla scarsità di connessioni, i connettori per i surround sono a molla e manco a bussolotto.

filoippo97

Prendi qualcosa di dedicato in primis, poi serve sia un budget che sapere di che cuffie si tratta.

un aggeggio del genere con dac e amp da usare per delle cuffie hi fi sapresti consigliarmelo?

Squak9000

neanche hanno le connessioni di rete... sono le fascce basse

Pensavo un prezzo sparato su i 1000 e invece...

Marco -

Domanda da niubbo: atmos su un apparecchio economico come questo, da cmq qualcosa in più rispetto ad un impianto dts 5.1 (di pari livello) di qualche anno fa?

BuBy

Non è ch sia indispensabile su un prodotto del genere

Aster

Prezzo onesto.

antonio
Motoschifo

Dopo alcune delusioni e rotture hardware, sto rivalutando Onkyo specialmente su ampli "economici" come questi.

IceMatrix

Certo che far uscire ancora dispositivi senza DAB quando dal 2020 sarà obbligatorio, mi fa da ridere... addirittura già prima di fine anno non dovrebbero più essere prodotti se non erro.

Akira Koga

Scusate l'ignoranza, ma "un'uscita HDMI 2.0b con HDCP 2.2 e ARC" vuol dire che una HDMI ARC in entrata non è presente?

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Recensione TV Ultra HD Sony KD-65ZF9 Dolby Vision: Android TV finalmente vola

LG UltraWide e UltraGear: nuovi monitor per produttività e gaming | Video Anteprima

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento