Costume Quest: nuova serie animata dall'8 marzo su Amazon Prime Video | Trailer

19 Febbraio 2019 5

Costume Quest sta per arrivare sui canali in streaming di Amazon Prime Video: dall'8 marzo potremo dunque seguire la serie animata ripresa a piene mani dal videogioco sviluppato da Double Fine Productions di Tim Schafer uscito nel 2011 su Steam. Esattamente come nell'adattamento videoludico, Costume Quest si basa sulle avventure di quattro bambini - Wren, Reynold, Everett e Lucy - che dovranno cercare di capire come utilizzare i propri costumi e superpoteri per affrontare le forze del male che si aggirano nella tranquilla cittadina di Auburn Hollow.

La serie è stata prodotta da Frederator Studios, gli stessi che hanno dato vita a capolavori come Adventure Time e Castlevania di Netflix: le premesse ci sono dunque tutte. A seguire una breve sinossi della trama e il trailer ufficiale.

Wren, Reynold, Everett e Lucy affrontano terribili mostri che masticano torrone e che si aggirano nell'ombra nella sonnacchiosa città di Auburn Hollow. I ragazzi dovranno imparare a usare la loro immaginazione per scoprire il potere magico segreto nascosto nei loro costumi fatti in casa e salvare l'universo nella notte in cui regnano i mostri... Halloween!

La serie andrà in onda su Amazon Prime Video a partire dal prossimo 8 marzo in lingua inglese con sottotitoli in italiano. Vi ricordiamo che sulla piattaforma streaming è da pochi giorni disponibile alla visione anche la terza stagione di The Expanse.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tetsuro P12

La penso esattamente all'opposto, a parte la povertà di contenuti, l'esperienza utente paragonata a Netflix fa pietà. Almeno sistemassero quella se non hano i soldi per i contenuti. E investissero anche sui classici dato che costano niente ma rimpiguano la povera offerta. Cartoni zero, film in bianco e nero zero, produzioni originali qualcuna e di dubbia qualità (anche la chicca nazista fondamentalmente è una produzione bucolica e deprimente). Costa poco, ma se non ci faccio niente preferisco che lo tolgano e mi abbassino il costo delle spedizioni.
Sky non la conosco, ma in paragone a Netflix è imbarazzante. Quest'ultimo è anche comodo nella navigazione, nella gestione dei preferiti, etc.

Stefano

a me piace molto, sia la quantità dell'offerta (soprattutto essendo "gratis") che le loro serie originali...x il resto sono abituato a sky e più macchinosdi quello non c'è nulla...forse DZN...

Tetsuro P12

Ne ha di strada da fare per diventare anche solo decente, a partire dall'esperienza utente.

Castellania di Netflix un capolavoro?
Ho gusti DECISAMENTE diversi dall'autore dell'articolo allora.

Stefano

amazon prime video è sempre meglio, bravi!

Canon PowerShot G7 X Mark III: come va la compattina per gli YouTuber | Recensione

Canon EOS RP: la mirrorless full frame si fa leggera (anche nel prezzo) | Recensione

Recensione TV LG OLED55B8PLA: il campione del rapporto qualità/prezzo

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli