Recensione Fujinon MK 18-55 T2.9

24 Marzo 2019 54

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La lente Fujinon MK18-55mm T2.9 è un obiettivo zoom cinematografico leggero per fotocamere e videocamere con un sensore Super 35mm, adatto in particolar modo a tutti coloro che non si accontentano delle solite lenti fotografiche, filmmaker indipendenti, documentaristi e a chi è chiamato a realizzare produzioni commerciali. Abbiamo provato la versione X-Mount con Fujifilm X-H1, la mirrorless con stabilizzatore a 5 assi e filmati in 4K annunciata a febbraio 2018. Ecco dunque le nostre impressioni.

DESIGN

Il design è tipico delle lenti cinema, totalmente manuale con tre ghiere di controllo indipendenti: diaframma, zoom e messa a fuoco. Ogni ghiera presenta gli ingranaggi tipici delle lenti cinematografiche per gli accessori standard cine-style.
L'anello di messa a fuoco ha una rotazione di circa 200°, molto più ampia di qualsiasi obiettivo fotografico, che fornisce spazio ad una messa a fuoco precisa. L'anello dei diaframmi è senza click, consentendo di aprire e chiudere il diaframma senza vistosi cambi di esposizione. L'obiettivo incorpora anche una modalità macro per una messa a fuoco ravvicinata.


Fujinon MK18-55mm T2.9 pesa circa 990 grammi, per uno zoom cinematografico è un peso notevolmente leggero. Ciò significa poterlo usare tranquillamente sopra uno shoulder rig per un’intera giornata, sopra una steadycam, come lente tuttofare per l’intera giornata di scatti.

SPECIFICHE TECNICHE
  • Mount: E Mount / X Mount
  • Lunghezza focale: 18 - 55 mm
  • Diaframma: Da T 2.9 a T 22 e completamente chiuso
  • Lamelle diaframma: 9
  • Rotazione anello messa a fuoco: 200°
  • Distanza focale minima Standard: 0,85 m
  • Distanza focale minima Macro: 0,38 m
  • Funzione Macro: Disponibile
  • Diametro filetto filtro: 82 mm
  • Diametro esterno: 85 mm
  • Lunghezza: 20,63 cm
  • Peso: 0,98 kg
SUL CAMPO

Prima di tutto tiro un respiro di sollievo nel sapere che le case produttrici stanno finalmente progettando delle lenti cinematografiche a prezzi accessibili anche a piccole produzioni, non obbligandoci più ad usare solamente lenti fotografiche. Questa è una buona notizia per tutti i filmmaker principalmente per 2 motivi:

  • fino ad oggi le migliori lenti fotografiche sono state progettate, nella maggior parte dei casi, per Fullframe. Chi possedeva una videocamera con un sensore Super35 doveva perciò fare i conti con un fattore di crop non indifferente.
  • le lenti fotografiche presentano varie mancanze in ambito video, tra cui l’assenza del controllo del diaframma sulla lente o la presenza del diaframma regolabile, sì, ma con click, l'anello di messa a fuoco poco morbido, lo zoom che varia la sua lunghezza al variare della focale, le lenti non parafocali. E la lista sarebbe ancora lunga.

Solo negli ultimi due anni le lenti cinematografiche - e in particolare gli zoom cinematografici - sono diventati molto più accessibili, e la concorrenza sul mercato è contemporaneamente cresciuta sensibilmente.

Fujinon MK18-55mm T2.9 è stata provata con Fuji X-H1 con una risoluzione 4k 25fps. Nonostante ciò che si potrebbe pensare di una lente cinematografica, si è rivelata comoda da portare in giro nello zaino da filmmaker, leggera ma resistente.
La lente è stata provata al tramonto, la famosa golden hour che fotografi e filmmaker tanto amano: la luce era morbida e calda, e con Fujinon MK18-55mm T2.9 abbiamo catturato splendide immagini urbane del nuovo parco da poco inaugurato a Milano, la biblioteca degli alberi.
Il controluce è stato gestito in modo ottimo dalla lente, così come il flare quando entra all’interno della lente: l’effetto che si ha è davvero piacevole, morbido e naturale.

CARATTERISTICHE

  • Non-breathing - necessario nelle alte produzioni cinematografiche
  • Parafocale - quando si ingrandisce, la messa a fuoco non cambia
  • Ingranaggi cine - realizzati per essere utilizzati con accessori cinematografici
  • Messa a fuoco più ampia - per controllare la messa a fuoco più precisamente.
  • Ghiera con corsa limitata - necessaria quando si usano gli strumenti di follow-focus
  • Zoom e messa a fuoco interni - l'obiettivo non si estende, necessario quando si utilizza mattebox
  • Funzione Macro - per una distanza molto ravvicinata di messa a fuoco minima

NON-BREATHING


La lente è caratterizzata da un meccanismo di messa a fuoco non-breathing, per cui durante la messa a fuoco Fujinon MK 18-55mm T2.9 mantiene la promessa di restituire un'immagine stabile, senza far entrare in campo porzioni di spazi indesiderati. Questa è generalmente una caratteristica particolarmente apprezzata da chi esige estrema qualità come nelle produzioni cinematografiche, e una caratteristica su cui Fujinon ha deciso di investire.

55mm T2.9 TEST NON-BREATHING
55mm T2.9 TEST NON-BREATHING
VIGNETTATURA


Quanta vignettatura deve avere un obiettivo? A volte la vignettatura può funzionare come un elemento artistico che aiuta a isolare il soggetto, che si può inserire in post-produzione, ma che spesso non vogliamo avere in camera, nei nostri file nativi grezzi.
In generale, è preferibile un obiettivo che ha meno vignettatura possibile.

Ecco dei frame catturati con la Fujifilm X-H1 in 4k a 25p a massima apertura T2.9.

Test vignettatura 18mm T2.9
Test vignettatura 18mm T16

Se guardiamo con attenzione, possiamo constatare che la vignettatura è praticamente assente sia a massima che a minima apertura. Reputo dunque ottima la gestione in tal senso, il tutto dona un look naturale all'immagine.

CONSIDERAZIONI FINALI


Gli obiettivi della serie MK di Fujinon sono il primo tentativo della società nel mercato delle lenti cinematografiche a prezzi accessibili. Realizzati per un sensore Super 35, anche se a prima vista possono sembrare di grandi dimensioni per la focale che sono in grado di coprire, sono leggeri e facili da gestire anche da piccole produzioni.
Probabilmente Fujifilm X-H1 non è la miglior camera con cui provarlo, e nemmeno la camera che la maggior parte dei filmmaker utilizzeranno. Sarà sicuramente interessante vedere come si comporta con Fuji X-T3, QUI potete trovare la nostra recensione.
Questo obiettivo è invece una gradevole aggiunta nel parco ottiche di filmmaker Sony. Ricordiamo infatti che questa lente presenta due diverse versioni:

  • X-Mount per Fujifilm
  • E-Mount per Sony

La lente vive sicuramente meglio con una camera come la Sony FS7 o la FS5, ideali per il loro bitrate, slowmotion, s-log, e tante altre funzionalità che un filmmaker utilizza. E non mi sento di escluderlo anche su camere più piccole come le Sony a7SII o Sony a7III, con un crop del sensore.

È un peccato che questo obiettivo funzioni solo con E-Mount e X-Mount per ora. Speriamo che Fujinon prenda in considerazione una mount MFT a breve per Panasonic GH5 e per Canon da utilizzare sulla serie cinema con camere come C200 o C300.

Nel complesso si tratta di un obiettivo cinematografico leggero e performante, ideale per:

  • Filmmaker indipendenti
  • Filmmaker documentaristi
  • Produzioni video commerciali
  • Produzioni video aziendali
  • Appassionati

VIDEO


54

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Valerio
Discaz

abbraccia altro

Capitanharlock

Spero che almeno tu ti sia capito, in questa accozzaglia di parole messe a caso.
Ti abbraccio.

Discaz

per ingrandire al 300% il file da 48 mega pixel su lightroom? sai che differenza stampando un 30x40. Figurati su instagram e FB

Discaz

beh, considera che utilizzo un 50mm canon FD 1.4 per i video, avesse l'AF.. lo utilizzerei anche per le foto, ma l'af per gli eventi torna utile. Eviterei il techart

Discaz

sapientino clementoni. Un po' fanatico, ma servi anche tu nella società, altrimenti sai che noia

Pino Lino

Guarda che avevo capito perfettamente. E' che qui leggendo i commenti sembravano tanti 4k per una lente quando invece non sono niente. Un amatore arriva anche a 10, 20k se ne ha da spendere. (Alla fine è il prezzo di una moto...). Buona giornata ;)

LaVeraVerità

Stai facendo un bel po' di confusione. L'articolo parla di una lente x-mount ovvero di qualcosa che non ha come destinazione macchine su cui si montano abitualmente Arri, Angenieux e compagnia bella. Si parla di un profilo cinema low budget, con macchine low budget come le fotocamere micro 4/3 per le quali i marchi di riferimento non sono certo quelli da te citati ma quelli che ho suggerito in un precedente post.
Il cambio lente non è un problema perchè in produzioni low budget ci si può permettere di avere una seconda camera con diverso setup mentre in quelle più ricche si la produzione effettua una pianificazione dei take che tenga conto anche dei cambi di setup in modo da minimizzare le perdite di tempo.

Pino Lino

Dipende dal budget e da dove si lavora, spesso si usano zoom anche solo per non cambiar lente e non far entrare polvere. Dipende. Sulle scelte di regia non mi ci metto, non è il mio settore.

Pino Lino

Parlando di lenti CINEMA, una Arri, Angenieux, Cooke...
Siamo dai 40.000$ a 160.000$ e oltre se si va su lenti da Hollywood.
Una semplice Arri con focale fissa (di cui parlavi prima) sei attorno ai 40k. Poi scendendo ci sono le Canon (alcuni costano cmq una fucilata), per poi arrivare in zona ci lavoro ma non siamo ad Hollywood e siamo sui 20k. 4, 5 non sono tanti per uno zoom.

LaVeraVerità

Mi sa che l'unico film di cui puoi parlare a pieno titolo è quello dentro la tua testa.
Lo zoom, inteso come movimento di camera, NON E' CONTEMPLATO nel cinema moderno (a meno che non ti chiami Tarantino e cerchi, volutamente, di ricreare il look dei B-movie degli anni 70).

Pino Lino

E giri film e video solo a focale fissa? Mai uno zoom? E se fai video sportivi o di cose che si muovono? Mi pare un po' tanto limitante come scelta.

LaVeraVerità

Se volessi fare cinema non prenderei uno zoom ma un kit di lenti prime ricavandone una qualità superiore, maggiore luminosità e spendendo meno per un intero kit.

LaVeraVerità

Le lenti cinema Veydra, Samyang, Xeen ed anche Canon, fermandosi ai prime, costano TUTTE meno di quella cifra, anche un quinto.
Chi fa Cinema, e la maiuscola non è casuale, usa lenti prime.

Intollerante

Per filmini pornoamatoriali può andare bene?

I'mNotYourFatherLuke

Senza dubbio, soprattutto considerando che si tratta di uno zoom. Sarebbe in ogni caso strano che non offrisse prestazioni degne di nota

Capitanharlock

Fai bene, sai di non sapere.

Lorenzomx

Se vuoi approfondire perché tutto ciò è un contro

https :// yannickkhong. com/blog/2016/2/8/micro-contrast-the-biggest-optical-luxury-of-the-world

https: // yannickkhong. com/blog/2016/2/23/the-problem-with-modern-optics

Lorenzomx

Più elementi significa maggiore correzione ottica e, in questo caso, maggiore nitidezza

Discaz

Più elementi non significa più nitidezza

Discaz

Io non ne sarei così sicuro.

Capitanharlock

Eh ma lui intendeva un altro tipo di uccelli...

AAA
Capitanharlock

In realtà è una lente video particolarmente economica.

Capitanharlock

E' un obbiettivo video, che c'entra la fotografia?

Capitanharlock

Ahinoi.

Capitanharlock

Pere vs meloni.

rsMkII

Ma guarda, ti dirò, per l'utilizzo che ne fanno loro avevano proprio ragione, evidentemente! Se uno viene a dirti che fa le stesse foto che farebbe con la reflex, beh, allora ben venga che lo pensi! XD

Pino Lino

Le lenti cinema hanno prezzi che partono da decine di migliaia di €.

4000€ un appassionato li può spendere eccome. 50.000 / 80.000 no. Ma se ci vuoi fare già qualche lavoro e iniziare a guadagnare questo è una manna dal cielo.
I pochi commenti e la loro tipologia fa capire che qualità commentatori girano su questo sito.

Dwarven Defender

O si abbraccia la filosofia del “Beati monoculi in terra caecorum“ o si deve ricordare sempre che i fessi sono fessi perché dicono fesserie e non a seconda del beneficiario della fesseria sostenuta

makeka94

Non per difendere Santossssssss, ma il 90% degli utenti del 2010 sosteneva che iPhone 4-4s faceva le foto ai livelli delle reflex di fascia medio/bassa

Antonio

beh, paragonalo ad un Canon 14.5-60 t 2.6 da circa 40mila euro e poi ne riparliamo

jonname84

È un obiettivo di tipo cinematografico per questo hanno fatto un video e non una serie di foto.

Vinx
Lorenzomx

Non è un obiettivo cinema, non sono paragonabili. Il 18-35mm sigma art ha dalla sua solo la nitidezza, data da un elevato numero di elementi e gruppi

Discaz

Però farei un confronto diretto col sigma 18-35mm 1.8, ad 1/8 del prezzo.

Discaz

Fortuna non ha il focus breathing. Per 4000 euro

c1p8HD

Video e immagini spettacolari, un prodotto molto di nicchia... però consiglio al prossimo giro di usare una modella che così attirerete più visualizzazioni :)

Ciccio

Sei povero lol!

Carlo

Un attico di 300mq in via veneto a roma a 3 milioni di euro è molto accessibile dato che normalmente se ne spendono 4

paul
I'mNotYourFatherLuke

Bel mostriciattolo, come del resto ci si aspetta da una lente con quel cartellino del prezzo nel 2019...

LaVeraVerità

"a prezzi accessibili"

4.000 euro, alla faccia del prezzo accessibile!

maffo

Io penso sia un buon prodotto, è che so giusto quei 3/4 parametri per scattare in manuale da smartphone

Bat13

Sinceramente la vedo come un ottimo obiettivo per videocamere, su ML l’utilizzo lo vedo parecchio scomodo.
Inoltre non la monterei mai su una S2, è un obiettivo per aps-c/super35 come appunto le FS in casa Sony :)

jonname84

Il fatto è che quelli che possono avere qualche cosa di effettivamente intelligente da dire su di un obiettivo del genere, nel blog, si contano sulle dita di un falegname.
E sicuramente io NON sono tra questi non avendo le competenze in questo campo.

Mughen

Non è manco un obiettivo fotografico tral'altro

Top Cat
Peppol
Peppol

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli

Recensione TV Ultra HD Sony KD-65ZF9 Dolby Vision: Android TV finalmente vola

LG UltraWide e UltraGear: nuovi monitor per produttività e gaming | Video Anteprima

Recensione proiettore BenQ TK800, Ultra HD e HDR luminoso per l'intrattenimento