Netflix e servizi di streaming esclusi dagli Oscar? Rischio concorrenza sleale

03 Aprile 2019 51

Netflix e gli altri servizi di streaming hanno diritto quanto gli studi tradizionali a partecipare agli Oscar. È, in estrema sintesi, il contenuto di una lettera inviata dal Dipartimento di Giustizia statunitense all'Academy, ed entrata in possesso di Variety. L'autorità mette in guardia dal modificare il regolamento di assegnazione delle ambite statuette in modo da impedire - o rendere quantomeno molto difficoltoso - la partecipazione a chi rilascia i film su internet evitando il cinema: potrebbe violare la legge sulla libera concorrenza e costringere l'antitrust a intervenire.

La lettera, che è solo un avviso (per quanto formale) e non prevede sanzioni né ingiunzioni, arriva in risposta alle indiscrezioni, emerse qualche settimana prima, che Steven Spielberg, membro del consiglio di amministrazione dell'Academy, stia cercando di muovere contro il settore dello streaming. Il suo ragionamento, già espresso in passato, è in realtà piuttosto lineare:

Quando il tuo target principale è la televisione, sei un film TV. Se è un buon prodotto meriti di certo un Emmy, ma non un Oscar. Non credo che i film che vengono proiettati per meno di una settimana in un paio di cinema giusto per soddisfare i requisiti del regolamento abbiano il diritto di essere nominati per un Academy Award.

Netflix non è l'unica interessata da questa operazione, ma almeno in questa fase è l'esponente più illustre e famoso. Ha risposto a queste indiscrezioni dicendo che non tutti possono permettersi il cinema, per questioni economiche o geografiche; che i cineasti hanno così più veicoli per diffondere la loro arte; e che grazie allo streaming i contenuti arrivano in contemporanea ovunque.

Come spesso accade nelle fasi transitorie, il dibattito tra gli esperti del settore è molto acceso, con sostenitori sia della linea di pensiero di Spielberg sia di quella di Netflix. Certo è che il colosso dello streaming sta iniziando a fare sul serio: quest'anno ha vinto agli Oscar per la prima volta, portando a casa tre statuette, grazie a Roma di Alfonso Cuarón (che non è un regista semi-sconosciuto, ma un gigante di Hollywood, con all'attivo titoli famosi come Gravity, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban e I figli degli uomini). Tra l'altro, statuette importanti: Miglior regia, miglior film straniero e miglior fotografia.

Per il momento, l'Academy fa sapere di aver ricevuto la lettera e di aver risposto in modo adeguato. Nei mesi successivi, come sempre, tutti i membri proporranno le loro modifiche al regolamento e se ne discuterà a fondo.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

51

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
michi17

La chiusura verso l'interno è sempre l'atto finale di una realtà prossima al fallimento

Severino Cicerchia

Se vuoi vincere qualche premio cinematografico o letterario, quelli sono gli argomenti che ti garantiscono il successo.

Andre Santos

Certo. Mi sono spiegato male.

Maledetto

"Non credo che i film che vengono proiettati per meno di una settimana in un paio di cinema giusto per soddisfare i requisiti del regolamento abbiano il diritto di essere nominati per un Academy Award."
Cito il testo stesso riportato dall'articolo

LaVeraVerità

Spero che tu, nelle 20 ore passate dal commento, non lo abbia fatto. E' mèrda fumante, impreziosita da quel cumulo di lètame di nome Ben Affleck.

LaVeraVerità

Più che omofobi aderenti al principio "don't say, don't ask"

Andre Santos

Lui ha parlato in generale per qualsiasi film prodotto dalle "aziende di streaming".

SteDS

E lo dici a me? ("non vedo perché escluderli"). Quanto alle produzioni le ho trovate deludenti

Maledetto

Buster scrugges è prodotto
La questione sta proprio nella distribuzione, sarebbe comunque escluso dagli Oscar proprio per questo motivo, tutta la contestazione si basa su quello

Depas

“La distribuzione”
Ti sei risposto da solo

Maledetto

Giusto, 3 candidature agli Oscar per "la ballata di buster scrugges" e la distribuzione di Roma(altre 10 candidature) non sono all'altezza..

Maledetto

Ti ricordo che anche se solo distribuito, Roma che quest'anno ha fatto incetta di premi non avrebbe potuto essere in gara

Depas

Nemmeno quello possono raggiungere

Maledetto

Perché al cinema non trasmettono delle serie, quindi è un tipo completamente diverso di produzione

Maledetto

In realtà per ora viene proiettato il tempo necessario per poter rientrare in competizione, quindi era visibile anche al cinema anche se per breve tempo

Maledetto

Hai ragione, la qualità dei film di Netflix non raggiungerà mai il livello di Black Panther...

Superdio

la notizia parla di esclusione di netflix e suoi prodotti dalla corsa agli oscar. chi ha dovuto per forza buttare in mezzo immigrati e gay nei commenti?

SalvaJu29ro

Secondo me (quasi) da sempre
Molti film che nel tempo sono diventati cult neanche li hanno sfiorati gli Oscar

Severino Cicerchia

Veramente non sono io a fare politica, la fanno ad Hollywood...

OlioDiCozza

Non vogliono i film dei servizi in streaming perchè ledono i loro interessi, al cinema paghi un biglietto a persona, con lo streaming puoi invitare quanta gente vuoi e vedere il film a casa, pagando un solo abbonamento.

Mew

sono xenofobi e omofobi inside quindi mascherano la cosa facendo della becera ironia

Superdio

piu' che noiosi sono dei poveracci che riescono a buttarla in politica pure qua dentro solo per dare addosso, e la cosa ancora piu' triste è che sono pure la maggioranza.

GTX88

a me nemmeno quello è piaciuto, mi è sembrato la brutta copia del western di tarantino

Mew

Siete noiosi

Maschio 90

Ma quale tempi oscuri, ormai siete maggioranza, il popolo è con voi

Mark984

Vero, ma se ho capito bene, vorrebbero segare pure quelli per gli Oscar.
Anzi il problema pare sia per proprio la modalità di distribuzione

S4rk1z

perchè dire immigrato clandestino fa tanto razzisti in questi tempi oscuri

Depas

Ma Roma è solo distribuito da netflix

Andre Santos

Questo è già così da tanti anni

Andre Santos

Certo che è un film e ci mancherebbe. Ma la discussione è se è un film da cinema, dato che non viene proiettato nelle sale. Senza polemica dato che non me ne frega più di tanto.

Artorias

Che vergogn4! In effetti film del calibro di death note meriterebbero un Oscar... sui denti!

Andre Santos
Mark984

Roma?
C'è pure scritto nell'articolo.

Depas

Tante parole per nulla, ora come ora, i film prodotti da Netflix e gli Oscar sono due cose che non si incontreranno mai

Desmond Hume

Eh però poi si scopre che gli islamici sono abbastanza omofobi e decade tutto.

Gilgamesh Uruk

Anche i film con la storia di gente bianca sono stati premiati...
Qui si tratta di concorrenza sleale non di problemi mentali.

Desmond Hume

Beh se pure Black Panther è riuscito a raccattare qualche oscar su IO di Netflix non ci metterei la mano sul fuoco che non sia in grado di portare a casa qualcosa.

OlioDiCozza

Se nelle premiazioni delle serie tv vengono premiate quelle dei servizi in streaming a quelle dei film possono venire premiate quelli in streaming

talme94

Perché migrante tra virgolette?

Pip

Mi pare ovvio che debbano essere inclusi anche i film delle aziende di streaming. Un film è un film, indipendentemente da dove si guardi. Così come un libro è sempre un libro, che sia scritto sulla carta igienica o su carta di riso giapponese stirata a mano da 10 euro a foglio...

Felix

Che glieli diano tranquillamente gli Oscar, tanto oramai tale premio ha perso gran parte del prestigioso che rappresentava, non è più sinonimo di qualità.

SteDS

Grazie per l'info, lo guarderò. Finora ne ho visti diversi e li ho trovati tutti pessimi tranne uno (La ballata di Buster Scruggs)

Severino Cicerchia

Ma no, dai. Un bel filmone che racconta la storia di qualche "migrante" nero, gay e islamico e li riammettono subito...

Alexv

Allora anche i produttori per il cinema possono reclamare l'Emmy?

Andhaka

Oltre al fatto che il livello di investimenti e qualità anche delle produzioni per le tv ha raggiunto livelli di tutto rispetto e spesso paragonabili a ben più blasonate produzioni per il circuito cinematografico.

Forse è questo che li preoccupa francamente.

Cheers

Fiore97

però dopo se mettono prodotti fatti da apple con tv+ dimostra la sua incoerenza e ipocrisia

recentemente ho guardato "triple frontier" e non mi è sembrato malvagio.

ice.man

la motiva della lettera è chiaramente una scusa
anche perchè se il livello qualitativo dei film di Netflix&Co fosse veramente inferiore rispetto ai film prodotti appositamente per il cinema......beh se cosi fosse non avrebbero cmq nessuna chances di vincere qualche premio....
.
quindi sarebbe un falso problema

SteDS

Se Netflix produce buoni film, non vedo perché no. Ma non c'è pericolo, sono orrendi

momentarybliss

chiaro che l'academy vuole garantire la sopravvivenza stessa delle sale cinematografiche, scelta comprensibile da un lato ma che rischia di diventare anacronistica. ormai con la diffusione di pannelli tv sempre più grandi e dei servizi di streaming come netflix, prime video, disney e adesso anche quello di apple, che promette la produzione di contenuti originali, i canali alternativi per la produzione e la diffusione di film sono di fatto una realtà e registi ed attori affermati li utilizzeranno sempre di più

Canon PowerShot G7 X Mark III: come va la compattina per gli YouTuber | Recensione

Canon EOS RP: la mirrorless full frame si fa leggera (anche nel prezzo) | Recensione

Recensione TV LG OLED55B8PLA: il campione del rapporto qualità/prezzo

Recensione TV Sony KD-65AF9: OLED e Android TV ai massimi livelli